Back to Top
headerfacebook headerlinkedin headertwitter

 

 

L’avvenire si crea in te e a partire da te. Guarda perciò in te stesso, non fare confronti, non misurare. Non c’è altra via simile alla tua. Ogni altra via ti ingannerà o ti sedurrà. Tu devi seguire la via che è in te”.

(C.G. Jung)

 

Ognuno di noi fin dalla nascita segue una linea di sviluppo individuale che potrà realizzare nell’incontro con il mondo e con gli altri. Nell’adolescenza, a volte, questo processo si complica e diventa carico di tensioni e di sofferenze.

Il blocco o il momento di crisi possono assumere varie forme: non mangiare, mangiare troppo, studiare troppo o troppo poco, non trovarsi più bene con nessuno, non riuscire a stare soli, né con gli altri, essere arrabbiati, distratti, disperati o apatici e tanto altro ancora.

 

L’adolescenza può essere vissuta come un periodo confuso in cui sembra difficile individuare la possibile evoluzione della propria personalità, dei propri desideri e interessi. La sessualità si presenta interessante e travolgente ma anche carica di dubbi e paure sulla propria “normalità” e sulla propria “identità”.

La famiglia, anche se esperita accogliente e solida, può diventare stretta e fonte di conflitti.

 

Lo Spazio di Consultazione analitica per adolescenti è un posto dove poter svolgere un colloquio con uno psicologo analista esperto nei problemi dei ragazzi, il quale può aiutare a capire cosa succede e cosa fare.