Fabrizio Alfani
Le Forme della Dissociazione
Modelli teorici e manifestazioni cliniche

08 Feb 2020 | 09.30 – 13.30


La dissociazione psichica è un fenomeno proteiforme, che può manifestarsi in molti modi diversi. Inoltre possono essere molto differenti tra di loro anche i modelli teorici attraverso i quali si cerca di comprenderne le caratteristiche peculiari, il significato che essa può assumere nella vita di ogni essere umano.

Per questi motivi non è facile dire cosa sia la dissociazione. Si tratta di una caratteristica presente in una certa misura nella vita di ciascuno di noi, manifestandosi secondo differenze di tipo essenzialmente quantitativo, “in una parte più, e meno altrove”? Oppure è una condizione esclusivamente patologica, che trae origine prevalentemente da esperienze relazionali traumatiche, dando luogo a sintomi specifici?

E ancora: la dissociazione è da intendere come una forma di difesa che la psiche mette in atto per proteggersi da esperienze psichiche intollerabili? O è invece la conseguenza di tali esperienze emotivamente destrutturanti, che provocano una disgregazione e un deficit delle funzioni mentali superiori, la cui conseguenza è la alienazione di contenuti psichici dissociati? O, infine, non è piuttosto una condizione naturalmente presente nella psiche di ciascuno di noi, grazie alla quale possiamo essere ‘uno e molti’ al tempo stesso?

Nel corso del seminario si cercherà di articolare tali questioni ripercorrendo la storia di questo concetto psicopatologico, dalla seconda metà dell’ottocento fino ad oggi. Verrà in particolare sottolineata l’importanza di tale concetto nella psicologia analitica; il paradigma dissociativo  rappresenta infatti un punto di differenza significativo tra il pensiero di Jung e la psicoanalisi freudiana.


Per informazioni e iscrizioni contattare la Segreteria dell’AIPA Sezione di Milano.

Torna su